Pittura

 Volpi Claudio


Home Opere dal 1970 Opere 2004-2005 Opere 2006 Opere 2007 Opere 2008 Opere 2009 Opere 2010 Opere 2011 2011_Dioscuri_Roma 2011_Torino_Valentino Opere 2012 Opere 2013 Opere 2014 Opere 2015-2016 opere 2017

 

PROSSIME MOSTRE e CONCORSI (Cliccare sull'immagine per eventuali dettagli)

 

   

______________________________________________________________________________

SELEZIONE OPERE PER ANNO (Cliccare sull'immagine)

opere dal 1970

 

opere 2004-2005

 

opere 2006

 

opere 2007

 

opere 2008

 

opere 2009

 

opere 2010

 

opere 2011

 

ROMA
 
2-12 settembre 2011
 
SALA MOSTRE DEL COMPLESSO DEI  DIOSCURI DEL QUIRINALE

 

 

TORINO 

3-8 ottobre 2011

SALA DELLE COLONNE
CASTELLO REALE
DEL VALENTINO

 

opere 2012

opere 2013

opere 2014

opere 2015-2016

opere 2017

 

 

 Mostre dal 1971  e  CRITICHE

1971

 Collettiva a Cremona nelle sale della “Leonardo da Vinci” (premiato)

1971-72

Partecipazione alla Mostra Nazionale città de l’Aquila (premiato - medaglia d'argento)

1973

Personale a Casalromano (MN)

1975

Personale a Casalromano (MN)

1977

Personale a Casalromano (MN)

1979

Personale a Casalromano (MN)

1979

Premio città di Suzzara  (premiato)

1979

Mostra itinerante del gruppo Valori Plastici – Museo Cantoni Guidizzolo(MN)

1981

Premio città di Suzzara  (premiato)

1981

Premio Roverbella (premiato)

 

 

2005 Ottobre

Personale Acquanegra sul Chiese (MN)

2007 Ottobre

Personale Acquanegra sul Chiese (MN)

2007 Novembre

Personale Ristorante “Beverara”  Acquanegra sul Chiese (MN)

2008 Giugno

Collettiva – Casalromano (MN)

2008 Ottobre

Personale Acquanegra sul Chiese (MN)

2008 Novembre

Personale Asola (MN)

2009 Marzo

Personale Ristorante “La Filanda”  Asola (MN)

2009 Luglio

Collettiva Casalromano (MN) "La notte bianca"

2009 Ottobre

Collettiva Calvatone (CR)

2009 Ottobre

Personale Acquanegra sul Chiese (MN)

2010 Maggio

Collettiva El Cavalet - Cremona (segnalato - Coppa d'onore)

2010 Ottobre

Collettiva Acquanegra sul Chiese (MN)

2010 Ottobre

Personale Acquanegra sul Chiese (MN)

2010 Dicembre

Personale Asola (MN) - Museo Civico

2011 Maggio Collettiva El Cavalet - Cremona (segnalato - Coppa d'onore)
2011 Giugno Collettiva "I colori della vita" - Reggiolo (RE)  3° PREMIO
2011 Settembre Collettiva Arte Contemporanea  - QUIRINALE  (ROMA)
2011 Settembre Concorso Rivarolo Mantovano (MN)
2011 Ottobre Collettiva Arte Contemporanea  - Castello Reale Valentino  (TORINO)
2011 Ottobre Personale Acquanegra sul Chiese (MN)
2012 Maggio Collettiva El Cavalet - Cremona
2012 Maggio- Giugno Biennale Internazionale di Asolo (TV)
2012 Luglio-Agosto Galleria Arte moderna ItacaGallery - Verona
 2012 Ottobre Collettiva Calvatone (CR) 
2012 Ottobre Personale Acquanegra sul Chiese (MN) 
2012 Dicembre Personale Asola (MN) - Museo Civico
2013 Maggio Collettiva El Cavalet - Cremona (3°Premio)
2013 Ottobre Personale Acquanegra sul Chiese (MN) 
2014 Maggio Collettiva El Cavalet - Cremona  (1°Premio)
2014 Settembre Concorso Rivarolo Mantovano (MN) (segnalato )
2014 Ottobre Personale Acquanegra sul Chiese (MN) 
2015 Maggio Collettiva El Cavalet - Cremona
2015 Maggio Giugno Personale Gazoldo degli Ippoliti - Associazione Postumia
2016 Maggio Collettiva El Cavalet - Cremona 
2016 Settembre Concorso Rivarolo Mantovano (MN) (segnalato )
2017 Maggio Collettiva El Cavalet - Cremona
2017 Ottobre Personale Acquanegra sul Chiese (MN) 
2017 Novembre-Dicembre Rassegna d'arte contemporanea - Astratto Informale - Galleria "Immagini Spazio Arte" Cremona
2017 Dicembre Personale di pittura - Palazzo Comunale Manerbio (BS)

 

 

  Collettiva d'arte contemporanea presso Complesso dei Dioscuri del Quirinale

ROMA - settembre 2011

 

 

"Nella pittura di Claudio Volpi s'intravede con fervore una tradizione figurativa e colta, ma l'impulso all'istinto pittorico prende il sopravvento, dando vita a universi informali e profondi, di intensa drammaticità evocativa, quasi una poesia per immagini  che racconta l'Uomo e la sua storia"

 

 

 

Collettiva d'arte contemporanea presso la SALA DELLE COLONNE Castello Reale del VALENTINO

TORINO - ottobre 2011

 

“Claudio Volpi possiede nella sua arte tutto il pathos tragico della sintesi e dell’essenza di un messaggio. L’artista evoca il mistero dell’Uomo-Dio, tra sofferenze terrena e afflato spirituale verso il divino, manifestato in quel gesto del braccio teso verso il Padre, o nello sguardo iconico e pregno di sofferta solitudine umana. Lo fa con una pittura violenta e materica, scavata nel colore, fino a rasentare forme scultoree.”

 

 

 

 

 

Prof. Guido Folco 

Editore-Direttore della rivista ITALIA ARTE

Presidente Associazione Culturale Galleria Folco

 

 

..... dalla recensione Mostra Personale -

Acquanegra sul Chiese (MN) - ottobre 2007

 

Claudio Volpi nasce l’8 agosto 1955 a Casalromano (MN), frequenta il liceo scientifico “G. Aselli” di Cremona e contemporaneamente il conservatorio dove consegue il diploma in teoria e solfeggio. Già dal 1970 inizia ad approfondire lo studio sulle tecniche pittoriche e lo studio dal vero  presso la scuola “Leonardo da Vinci” di Cremona. Terminati gi studi liceali si iscrive al Politecnico di Milano dove si laurea in ingegneria elettrotecnica. Nel 1979 vince il primo premio alla Biennale di Suzzara (MN) e nel 1981 una sua opera viene premiata.  Nello stesso anno riporta il quinto posto al Premio Roverbella. Oggi è docente di elettrotecnica all’istituto superiore “Pascal“ di Manerbio (BS).

 

Descrivere la personalità di questo artista è puro divertimento sia sotto l’aspetto umano che artistico.  Egli possiede una carica vitale che trasmette a chi gli sta accanto, dal carattere gaio ed estroverso sembra divertirsi in ognuna delle sue molteplici attività, passando dal pianoforte al computer, dalla tavolozza dei colori all’elettronica con grande maestria e naturalezza.

 

Parlare di Claudio Volpi pittore è un vero piacere, basta osservare la sua produzione artistica per comprendere come egli si possa inserire tra gli artisti paesaggisti e comprendere come le sue opere siano il frutto di una attenta analisi del mondo che ci circonda.

 

I suoi quadri si riallacciano  alla grande tradizione della pittura di paesaggio da Claude Lorrain ai  vedutisti veneti, arrivando ai pittori del “Gran Tour” ottocentesco ed oltre.

Le sue opere si concentrano su una descrizione sintetica ma attenta delle case, del cielo e della natura. Senza rinunciare all’espressività del colore  Volpi lavora sulle inquadrature, sugli scorci, sui particolari ravvicinati tralasciando la figura umana la cui presenza è sottintesa e viene comunque avvertita, percepita, quasi cercata.

 

Osservando le sue tele sembra che l’artista voglia condurci per mano in paesaggi diversi infatti  alcune sue opere ci  rivelano  gruppi di case immersi in una atmosfera ora trasognata ora metafisica, in altre ci appaiono alti muri al di là dei quali si intravedono porzioni di case e di cielo, altrove invece possiamo godere di una vista infinita dove all’orizzonte un gruppo di case si mescola alla bellezza naturale dei campi e del cielo.

 

Ogni quadro ci rivela qualcosa di nuovo, di inaspettato e alla fine l’osservatore non può che far proprie le famose parole di Thomas Jones “..It appeared Magic Land ….apparve un paese incantato”.

 
 
Prof. Ruggero Remaforte
(docente di disegno e storia dell’arte)

 

 

 

Personale di pittura di Claudio Volpi
Asola 18 dicembre 2010 - 9 gennaio 2011
Sorriso d’artista
 
 

Volge lo sguardo alla natura,

volge lo sguardo al volto di Cristo,

volge lo sguardo al mondo dei bambini.

 
 

Per le vie della città i passanti si salutano e si fanno gli auguri di buone feste, la neve scende vaporosa e soffice e una luce proviene da una galleria civica, affretto il passo che affonda morbidamente scricchiolando nella neve ed entro salutato da un cordiale sorriso d’artista.

 

Claudio Volpi ancora una volta si trasforma, si rinnova, ancora una volta mi stupisce e stupisce la gente che affolla la sua mostra, ancora una volta sa  regalarci  momenti di pura gioia.

 

Lo sguardo scivola sui paesaggi dove la materia si fa stratificata e consistente, dove i colori  sembrano uscire dal quadro e venirci incontro, dove i profili di case e alberi vibrano intensamente nell’aria. Volpi esprime un fascino senza  tempo, dove anzi il tempo non esiste, dove la sua pittura è lontana da mode e per questo sempre intensa e profondamente nuova.

 

Le sue opere esprimono vivacità espressiva e amore per la pittura, un amore che viene percepito, vissuto e fatto proprio.

 

La sua pittura si fa intensa e colta quando rappresenta il  Cristo in croce o quando esegue, con tonalità scure, il  volto del Cristo che emerge su uno sfondo chiaro la cui trama ricorda il tessuto in cui è stato avvolto il Salvatore.

 

La sua pittura si fa gioco quando dipinge “il mondo dei bambini”, quando pinocchio, gendarmi e balocchi riempiono lo spazio pittorico, quando fantastiche piazze e villaggi irrompono con i loro colori e veniamo proiettati verso un mondo incantato, verso un mondo di fiabe, “ verso la luna”.

 

Esco, la soffice neve ha lasciato il posto ad un cielo stellato e ancora una volta un cordiale sorriso d’artista mi saluta.

 

Breve riflessione

Prof. Ruggero Remaforte

(docente di disegno e storia dell’arte)

 

 

Personale di pittura di Claudio Volpi
Asola 18 dicembre 2010 - 9 gennaio 2011
 
 
 
 

Claudio Volpi è il collega cordiale e spiritoso capace di battute fulminanti e dissacratorie e, al contempo, il serissimo e competente professore cui basta uno sguardo per tenere la classe, ma si comprende davvero la sua personalità guardando i suoi quadri.

 

Qui tecnica e originalità danno vita a tele di grande suggestione che rivelano un animo sensibile, che non si racconta ma lascia capire, non si propone ma lascia intuire.

 

Ed ecco i paesaggi della Bassa, i campi, gli acquitrini, i boschi, le albe e i tramonti, i raggi di luce tra gli alberi; tutto indica un amore profondo per la sua terra e rimandano una sottile malinconia per un mondo che va scomparendo.

 

E ancora: le case piccole in lontananza, più intuite che viste, quelle che si delineano sulle alture, senza porte né finestre, l’assenza costante di figure umane; tutto rivela un geloso riserbo per i sentimenti più veri e profondi, i valori e gli affetti più cari.

 

C’è infine nelle sue opere la nostalgia di un tempo lontano, quello dell’infanzia, quello dei sogni: bellissima la carrozza bianca che corre nella notte e che rimanda alle fiabe che abbiamo sentito da bambini; aprono poi un mondo di ricordi le tele che raffigurano vecchi giocattoli, quelli che la mia generazione trovava a Santa Lucia e che avevano un buon odore di nuovo, indissolubilmente legato al profumo dei dolci che li accompagnavano.

 
 

Prof.ssa Donatella Marchesi

Riflessioni sulla personale ad Asola 2011

 

 

volpi claudio pittura musica scuola arte mantova elettricità itis manerbio casalromano informatica

 

volpi claudio pittura musica scuola arte mantova elettricità itis manerbio casalromano informatica artista claudio volpi

volpi claudio volpi claudio volpiclaudio claudiovolpi claudio volpi claudio volpi claudio volpi claudio volpiclaudio claudiovolpi

 

Inizio pagina